Se l'economia non gira è colpa della crisi (dei valori)

Scritto Gio, 12/12/2013 - 11:24 da L'ergonomista

Crisi. Una parola che è sulla bocca di tutti.

Una parola di cui ci riempiamo la bocca perchè da sola giustifica la pigrizia mentale e fisica di un'intera generazione.

 

"L'economia va a rilento". Sicuramente.

"I soliti ricchi non risentono della recessione economica". Giusto.

"Si stava meglio quando si stava peggio e le cose all'estero girano diversamente". Forse hai ragione.

 

Dall'altra parte, però, ci sono migliaia di italiani che evadono le tasse, che fanno la spesa al discount cinese perchè costa meno, che non comprano dal commerciante locale perchè costa troppo, che hanno l'iphone ma faticano ad arrivare a fine mese.

Il vero problema di questo Paese è la crisi dei valori.

La crisi dei valori, persone perse nel deserto della quotidianità

Sono talmente stanco di sentir ripetere certi discorsi che non riesco più a tollerare le persone che parlano di recessione economica, di difficoltà, di affari che non vanno bene e di aumenti delle tasse. Non sono questi i problemi.

Le cose di cui dobbiamo preoccuparci sono che la parola data non ha più nessun valore; che i lavoratori si sentono oppressi dai datori di lavoro e gli imprenditori congiurati dai dipendenti; che se a un Tizio qualunque viene concessa l'oppurtunità di rubare, lo farà sicuramente; che se Sempronio avrà l'occasione di migliorare la sua condizione e quella delle persone attorno a lui, ci proverà ma solo se avrà un suo ritorno; che i giovani laureati pretendono, da subito, un posto di lavoro fisso perchè "hanno studiato tanti anni"; che nessuno è più disposto ad accettare un lavoro al di sotto della propria qualifica perchè è preferibile rimanere disoccupati piuttosto che mettere da parte l'orgoglio.

 

Prima di essere marchiato a fuoco come un nostalgico dei bei tempi andati, voglio chiarire come la mia intenzione sia semplicemente quella di rimarcare come una delle leggi "non scritte" dell'Universo sia che:

 

Per ottenere qualcosa dalla vita, è necessario uno scambio di pari valore.

 

L'unico vero segreto del successo, della felicità, della stabilità economica, del far funzionare un rapporto, del migliorare il proprio aspetto fisico, del vincere una sfida è il duro lavoro.

Non siamo in un film, nulla si ottiene gratuitamente ma bisogna lottare, con i denti e con il sangue, per ottenere quel millimetro in più, per portare a casa la settimana, per non divorziare dopo 3 anni di matrimonio, per essere felici.

 

Il grande inganno della civiltà moderna è far sembrare tutto semplice e alla portata dell'ultimo degli idioti. Internet, la televisione e la stampa pubblicizzano storie incredibili di persone che "ce l'hanno fatta", che hanno sbancato il botteghino e non dovranno mai più lavorare in vita loro.

Ed è in questo clima falso e ipocrita che nascono le truffe e i raggiri, alimentati da quello stesso sentimento di difficoltà, del sogno del guadagno facile "tutto e subito", degli investimenti garantiti, del marketing multilivello e dei venditori porta a porta.

La verità è che finchè non impareremo a guardarci dentro, nel profondo, là in fondo dove brilla quella piccola scintilla di Eticità e Onestà intellettuale, non saremo in grado di cambiare le cose.

Basta lamentarsi. Basta dire "è la crisi". Basta scuse. Basta menzogne. E' un periodo difficile ma ci è servito a qualcosa piangerci addosso? Servirà a qualcosa?

Tiriamoci su le maniche

Rimbocchiamoci le maniche e tiriamo fuori qualcosa di buono da questo mondo, cerchiamo di lavorare pensando al bene comune e non al particolare.

Riappropriamoci del duro lavoro.

Ritratto di L'ergonomista

Dietro questo nome non c'è solo un uomo, c'è l'idea che l'ergonomia degli oggetti quotidiani possa diventare la strada per ritrovare equilibrio e benessere.

Non fatevi impressionare dai suoi modi decisi ed a tratti irriverenti, ma lasciatevi sorprendere dalle sue rivelazioni.

Ti potrebbe interessare...

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.