Mal di schiena e dolori articolari anche d'estate?

Scritto Lun, 07/07/2014 - 14:34 da Giacomo Bellotti

deserto e disidratazione

Come tristemente e puntualmente ci ricorda il telegiornale, l'arrivo della bella stagione coincide con l'usuale aumento di casi di disidratazione -ossia una variazione negativa nel rapporto tra liquidi "assunti" e liquidi "persi".

E' molto importante, quindi, imparare a mantenere il nostro organismo idratato -il che, come vedremo, significa molto più che semplicemente bere in abbondanza- al fine di:

  • conservare il giusto rapporto tra dischi intervertebrali e vertebre;
  • favorire l'eliminazione delle sostanze di rifiuto dell'organismo;
  • lubrificare a dovere le articolazioni di tutti i distretti corporei;
  • migliorare i processi chimici e fisiologici cellulari;
  • accrescere lo sviluppo della massa muscolare magra;
  • evitare mal di schiena e fastidiosi episodi di cervicalgia e mal di testa.

A questo proposito preme ricordare come "la giusta via stia nel mezzo" e quanto sia importante, quindi, non esagerare nell'attività opposta.

Ad esempio non eccedendo nel consumo d'acqua così da evitare fenomeni di ritenzione idrica, presenti sopratutto in alcune categorie "a rischio" -in particolare donne al di sopra dei 65 anni d'età.

ritenzione idrica

Troppo poca o troppa?

Mantenersi idratati in queste calde giornate estive è una necessità nonché un modo per evitare tanti piccoli problemi quali mal di testa, stipsi, affaticamento e mal di schiena.

L'ideale, in questo senso, è bere all'incirca 6-8 grossi bicchieri d'acqua al giorno, distribuiti lungo il corso della 24 ore.

Queste quantità, però, devono essere accompagnate da una dieta equilibrata, leggera e ricca di nutrienti. Alcuni esempi:

  • frutta di stagione quale anguria, melone, albicocche, pere, pesche;
  • verdura fresca, ad esempio carote, fagiolini, insalata, melanzane, patate, piselli, pomodori e zucchine;
  • yogurt magri e frullati di frutta.

frutta e verdure estive

Un ultimo consiglio, non dimentichiamo di approfittare del dopo-cena per goderci la fresca brezza della sera e "sgranchirci" le gambe con una piccola passeggiata.

Ritratto di Giacomo Bellotti

Professionista sanitario e blogger 2.0.

Fin dagli inizi della sua carriera coniuga il lavoro in studio e sul campo con la diffusione di un nuovo concetto di benessere tramite articoli e conferenze.

Innamorato di uno stile di vita minimalista che si rifà alla scuola stoica, crede fermamente che ogni persona abbia dentro di sé tutto il necessario per poter essere felice.

Ti potrebbe interessare...

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.