Il problema non è il chiodo

Scritto Gio, 16/01/2014 - 12:58 da L'ergonomista

 

Ogni giorno mille piccoli problemi quotidiani ci fanni impazzire, arrabbiare e disperare. A volte da questo mare magnum emerge un problema più importante -o al quale diamo più importanza- degli altri.

E col passare dei giorni questo problema diventa il nostro chiodo, fisso e dolente all'interno della nostra testa. Un focolaio di dolore, preoccupazione e disperazione che risucchia tutte le nostre energie e attenzioni.

Un proverbio recita "la lingua batte dove il dente duole" e niente di più verò è mai stato scritto. Un problema anche banale può diventare una ragione di vita e di morte a patto di concedergli spazio per espandersi e rafforzarsi.

E così il chiodo entra sempre più in profondità e diventa difficile e sempre più doloroso tirarlo fuori. Il chiodo inizia a condizionare le nostre ore, poi le giornate, poi le nostre vite.

Di punto in bianco resti aggrappato al chiodo, relitto di un essere grandioso e onnipotente ridotto in miseria.

rovine

Quante persone sono condannate ad una vita fatta di miseria e dolore solo perchè incapaci di liberarsi del proprio chiodo!

E tu cosa stai facendo per migliorare la tua vita?

Ritratto di L'ergonomista

Dietro questo nome non c'è solo un uomo, c'è l'idea che l'ergonomia degli oggetti quotidiani possa diventare la strada per ritrovare equilibrio e benessere.

Non fatevi impressionare dai suoi modi decisi ed a tratti irriverenti, ma lasciatevi sorprendere dalle sue rivelazioni.

Ti potrebbe interessare...

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.